Red Tweety di Sonia Filippi – La Domenica Horror

Nuovo racconto horror per la nostra rubrica settimanale. Scarica e leggi il racconto gratuito e inviaci il tuo




Red Tweety

Red Tweety di Sonia Filippi è il nuovo racconto breve dell’orrore per la rubrica La Domenica Horror. Sarà possibile leggerne un estratto qui sotto, poi, scaricarlo gratuitamente in formato pdf.

Se vuoi pubblicare anche tu un racconto nella nostra speciale rubrica La Domenica Horror scrivici alla mail redazione@letteraturahorror.it proponendoci il tuo elaborato corredato da un’immagine. Oggetto della mail dovrà essere “La Domenica Horror”. Ogni domenica verrà pubblicata storia diversa!

RED TWEETY DI SONIA FILIPPI

Era veramente una meraviglia. Quell’auto rispecchiava tutto quello che aveva desiderato nella vita. A parte la sua famiglia ovviamente: Lisa, sua moglie e suo figlio Richard. Vista lì in esposizione faceva un effetto da sballo. Una Cabriolet rossa fiammante con gli interni in pelle nera, lucidi, quasi da specchiarsi dentro. E tutto un cruscotto accessoriato con gli optional di cui non si poteva più fare a meno. Non mancava proprio niente. C’era perfino la targa personalizzata: “RED TWEETY”. Un regalo che si era fatto per i suoi cinquant’anni, un traguardo da non dimenticare dopo una vita di lavoro. Certo il prezzo era notevole, ma ne aveva parlato con Lisa e avevano convenuto che se lo potevano permettere.

Ed ora era lì davanti a lui. Rossa e favolosa come non mai. – “Bene, Signor Fisher le consegno le chiavi di questa meraviglia” – disse il rivenditore della concessionaria porgendogliele con un ampio sorriso. Sorridi pezzo di merda, pensò Carl, vorrei ben vedere dopo tutti i soldini che ti ho lasciato. Ma era felice e dopo questo pensiero fugace, gli sorrise a sua volta. Non vedeva l’ora di andare a casa e mostrarla alla famiglia. Prese le chiavi e si mise al volante dell’auto che aveva sempre sognato.

La guida era perfetta, era come avere una seconda pelle. Lisa ne sarebbe stata entusiasta e anche Richard, aveva una passione per le macchine e ormai mancava poco alla patente. Allungò la strada per fondersi definitamente con il veicolo, raggiungendo velocità e comfort perfetti. Gli amici gliel’ avrebbero invidiata sicuramente… SCARICA IL PDF E CONITNUA A LEGGERE "RED TWEETY"



guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments