Recensioni – “Reality Crime” di Florian Lafani e Gautier Renault




“Reality Crime” di Florian Lafani e Gautier Renault è la nuova miniserie ebook thriller edita da Sperling & Kupfer. Clicca e leggi trama e note sugli autori
La Sperling & Kupfer continua la sua grandissima riscoperta del miglior thriller mondiale e, in questa definizione, va inserito sicuramente la mini serie ebook dal titolo Reality Crime a firma dei due autori francesi Florian Lafani e Gautier Renault.

Forse esageriamo dicendo che i due scrittori transalpini insieme alla casa editrice italiana hanno creato un innovativo filone che farà storia per il thriller mondiale e che consigliamo di seguire anche a tanti altri autori italiani, ma di sicuro non esageriamo se vi segnaliamo e consigliamo caldamente di provare (non costa nulla, infatti il primo ebook è i omaggio a questo link) e lasciarvi trasportare da questo thriller filmico eccezionale.
Abbiamo definito questo racconto filmico perché i quattro ebook che compongono Reality Crime sono strutturati quasi come una sceneggiatura dai due scrittori. Questo stile, però, diversamente da quanto si possa pensare non mortifica il lavoro letterario, anzi lo esalta creando un ambiente, una storia di cui possiamo “sentire” anche i luoghi e i personaggi come se ci trovassimo direttamente dentro la storia, come se il lettore, quindi, diventasse parte integrante del racconto.
Perché lo consigliamo? Perché pensiamo che nei tempi moderni sia giusto esplorare nuovi mondi, nuovi ambienti e regalare ai lettori qualcosa di unico, di conturbante e coinvolgente che affonda le proprie mosse nei social network, forse i mezzi di comunicazione più utilizzati attualmente che interessa la maggior parte della popolazione.
Interessatissima anche la caratterizzazione dei personaggi, della storia e dei luoghi in cui si svolge la narrazione che viene proposta in modo innovativo e sempre dinamico.
Ci aspettiamo, ovviamente, il proseguo della serie che ci ha creato una grande acqualina in bocca, ha soddisfatto il nostro palato, ma sinceramente ne vorremmo sempre ancora e ancora.



guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments