Recensione Cortometraggio – “L’accusato” di Enzo Bossio




“L’accusato” di Enzo Bossio è il cortometraggio thriller recensito oggi da LetteraturaHorror.it
Abbiamo avuto il piacere di vedere e recensire in anteprima il corto tutto italiano a firma del giovane regista e sceneggiatore Enzo Bossio dal titolo L’accusato.
Il corto vede un uomo accusato di pedofilia si confronta con il suo avvocato raccontando la sua versione dell’accaduto, ma l’avvocato ha dei dubbi e li solleva al suo assistito che ha una reazione particolare.

C’è da dire che la trama è molto semplice e lineare e lascia poco spazio a interpretazioni diverso rispetto ciò che vuole rappresentare, ma non per questo è scontata né di poco interesse. L’azione si svolge totalmente all’interno di una stanza con due personaggi in uno scambio dialettico di primissimo livello, dove entrambi riescono in poche parole e in pochi minuti a delineare le proprie caratteristiche e personalità, il proprio vissuto che li porta a trovarsi in quella stanza.
Interessante anche la tecnica di inquadratura e registica utilizzata per le riprese del vedo non vedo che crea ulteriore suspense all’azione.
Buono prova, quindi, per Enzo Bossio per un thriller e uno stile che potrebbe essere approfondito in qualcosa di più ampio.



Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments