La vittima di Nikolas Renzi – La Domenica Horror

Nuovo racconto horror per la nostra rubrica settimanale. Scarica e leggi il racconto gratuito e inviaci il tuo




La vittima di Nikolas Renzi - racconto horror gratuito

“La vittima” di Nikolas Renzi è il nuovo racconto breve dell’orrore per la rubrica La Domenica Horror. Sarà possibile leggerne un estratto qui sotto e, poi, scaricarlo gratuitamente in formato pdf.

Se vuoi pubblicare anche tu un racconto nella nostra speciale rubrica La Domenica Horror scrivici alla mail redazione@letteraturahorror.it proponendoci il tuo elaborato corredato da un’immagine. Oggetto della mail dovrà essere “La Domenica Horror”. Ogni domenica verrà pubblicata storia diversa!

LA VITTIMA DI NIKOLAS RENZI

Entrarono in casa mia, quella dannata e buia notte di fine settembre. Entrarono forzando la serratura della mia porta. A stento li sentii entrare: ero sdraiato dormiente sul mio divano, davanti al calore d’una televisione ancora accesa. Ricordo di essermi scolato anche un paio di birre poco prima di addormentarmi e questo mi aveva leggermente stordito.
Entrarono in casa mia ed io li vidi, con quegli occhi pieni di rabbia e di crudeltà innaturale. Erano pazzi, armati di pistole e pronti a qualsiasi cosa.

Mentre uno dei due mi puntava l’arma sulla tempia e mi impose di restare immobile, l’altro losco e sconosciuto figuro metteva le mani ovunque tra i miei averi, non che ne avessi molti ma sono certo che cercassero qualcosa in particolare.
Il loro impatto fu d’una cattiveria devastante. Non si preoccuparono minimamente di aver cura di nulla. La mia mobilia, comprata mettendo soldi da parte con infinita fatica negli anni, stava venendo via via distrutta nel giro di pochissimi minuti.

Io provai ad oppormi… Ci provai, ma fui colpito dall’uomo che mi puntava l’arma. Per farlo usò la base del manico della pistola a mo’ di martello, rompendomi il naso e mettendomi in ginocchio. Provavo dolore e avevo il sapore metallico del mio sangue in bocca e ricordo anche di averlo ingoiato.

Ero stanco, intontito e spaventato. Il cuore mi batteva a mille nel petto. SCARICA IL PDF DEL RACCONTO



guest
1 Commento
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
alessandra
alessandra
6 mesi fa

complimenti! ho apprezzato molto il ritmo incalzante del racconto, che culmina con un finale davvero sorprendente.