Giallo Berico, nuovo festival dedicato al thriller

Shatter Edizioni organizza a Ponte di Barbarano (VI) il 18 e 19 febbraio 2022 un nuovo festival dedicato all'editoria e alla cinematografia thriller




Giallo Berico - il programma completo

Giallo Berico, nuovo festival dedicato al mondo dell’editoria e della cinematografia thriller organizzato da Shatter Edizioni

La casa editrice Shatter Edizioni e Massimo Bezzati presentano un nuovo festival dedicato al mondo dell’editoria e della cinematografia thriller. Argomenti centrali dell’appuntamento che si terrà a Ponte di Barbarano dal 18 al 19 febbraio 2022 saranno il Serial Killer e Dario Argento.

Oltre alla proiezione di titoli di genere l’evento vedrà la partecipazione di numerosi ospiti. Registi, sceneggiatori, autori, giornalisti. I protagonisti prenderanno parte alle proiezioni e alle presentazioni editoriali che andranno a comporre il programma della rassegna.

La manifestazione è a ingresso libero, previa prenotazione. Un evento imperdibile per tutti gli amanti del brivido. La direzione artistica di “Giallo Berico” è di Nico Parente. Per informazioni e prenotazioni potete scrivere alla email ufficiale della rassegna gialloberico@shatteragency.com.

Il Programma completo

GIALLO BERICO – IL PROGRAMMA

Vediamo qui nel dettaglio il programma della due giorni vicentina. Sarà divisa in due giornate tematiche. La prima, come dicevamo, dedicata al  Serial Killer Day; la seconda al Giallo Italiano.

SERIAL KILLLER DAY – 18 febbraio

La prima giornata avrà quale tema portante l’omicidio seriale, con focus su alcuni dei più tristemente noti casi al mondo. A partire dal tardo pomeriggio, appuntamento quindi con la sezione “Il sangue fatto inchiostro”, che vedrà protagonista la scrittrice e giallista Marina Crescenti, che terrà una vera e propria lectio su come scrivere un giallo.
A seguire si darà il via ai lavori del Tavolo “SPECIALE THRILLER ITALIANO – Focus DARIO ARGENTO”. Una sezione interamente dedicata al maestro del brivido italiano per eccellenza, che con i suoi assassini seriali ha seminato terrore nel mondo. Il regista verrà omaggiato con una proiezione del suo film cult 4 mosche di velluto grigio (1971); considerato dalla critica il suo film più autobiografico. Per diverso tempo è stato il ‘più raro’, per via del suo ritiro dal mercato (dal 1992 al 2008) a causa di problemi legati ai diritti d’autore.

OSPITI

Tra i protagonisti della due giorni, anche lo sceneggiatore e saggista Antonio Tentori, che ha co-firmato la sceneggiatura di “Dracula 3D” (2012) di Dario Argento; oltre ad aver collaborato nel corso degli anni con i più grandi nomi del brivido italiano. Come Bruno Mattei, Lucio Fulci e Joe D’Amato, per citarne alcuni.
Tentori, per l’occasione, presenterà il suo recente volume “La Notte degli Assassini – cult movies del thriller italiano anni Settanta” (SHATTER Edizioni, 2021). L’autore modererà la Tavola rotonda incentrata sul thriller secondo Argento. Incontro questo che vede partecipe anche il critico e saggista Roberto Lasagna. L’autore presenterà al pubblico il suo volume Dario Argento – Le tenebre del mondo (WeirdBook).

MUSICA

E se la musica, e in particolare le colonne sonore, sono uno degli elementi fondamentali in un film, la rassegna non poteva non prevedere degli incontri appositi. A seguire infatti ci sarà la presentazione della Edizione Deluxe, in occasione del 50° anniversario, della soundtrack de Il gatto a nove code (Dario Argento, 1971 – musiche di Ennio Morricone) realizzata dalla label veneta Rustblade Records.
E ancora musica, ma non solo, con il frontman di una delle band pionieristiche della scena metal tricolore. Trevor, cantante dei Sadist che presenzierà nelle vesti di autore per presentare il suo volume Assetati di sangue – 45 serial killer allo specchio (SHATTER Edizioni).

SPECIALE MOSTRO DI FIRENZE

Un evento d’eccezione caratterizzerà la prima giornata: uno speciale sul Mostro di Firenze.
Ospite il reporter, documentarista e scrittore Paolo Cochi; tra i massimi esperti sul tristemente noto caso “irrisolto”, e autore del libro Il mostro di Firenze – Al di là di ogni ragionevole dubbio (Runa Editrice); del documentario La zona oscura – Viaggio nei luoghi del Mostro di Firenze.
L’incontro, moderato dalla giornalista Daniela Boresi; sarà l’occasione per riportare alla luce uno dei casi più inquietanti della nera italiana.

GIALLO BERICO: SPECIALE GIALLO ITALIANO – 19 febbraio

Protagonista della seconda giornata sarà invece il giallo “made in Italy”. Ad aprire quello che sarà un vero e proprio focus sul thriller tricolore, il film diretto da Luigi Pastore e scritto, prodotto e interpretato dallo sceneggiatore Antonio TentoriCome una crisalide”. Un vero e proprio omaggio al cinema argentiano.
Veneto d’origine, tra gli ospiti della seconda serata, tornerà per l’occasione in terra natia il regista Antonio Bido. Padovano trapiantato a Roma, che con i suoi 2 gialli Il gatto dagli occhi di giada (1977) e Solamente Nero (1978), divenuti dei veri e propri “cult”, ha tinto di sangue Padova prima e la laguna veneta poi. Il regista è balzato agli onori di cronaca e registrato incassi record con i due film. Per l’occasione, proiezione speciale, alla presenza del regista e della sceneggiatrice Marisa Andalò, di Solamente Nero. Il film vede nel cast Lino Capolicchio, Stefania Casini, Craig Hill e Massimo Serato; con le musiche del maestro Stelvio Cipriani.

PRESENTAZIONE EL NUOVO CORTOMETRAGGIO DI DIEGO CARLI

Non solo retrospettive però. La seconda serata sarà anche l’occasione per il regista veronese Diego Carli di presentare in anteprima assoluta il suo nuovo cortometraggio Two Sisters; un horror drammatico a tinte gialle ambientato nella Lessinia del 1486, e prodotto da Massimo Bezzati.

TRIBUTO A MICHELE SOAVI

E se si parla di thriller e brivido made in Italy non si può non rendere tributo a uno dei principali nomi del panorama italiano: Michele Soavi. Allievo di Dario Argento, e formatosi sotto la guida di Bava e Joe D’Amato, prima di dedicarsi a tempo pieno al piccolo schermo. Michele Soavi ha firmato veri e propri capolavori del terrore (Deliria, La Chiesa, La Setta). A ripercorrerne l’intera carriera  è il documentario Aquarius Visionarius – il cinema di Michele Soavi, che ha partecipato a diversi Festival internazionali. Regista del documentario è a firma di Claudio Lattanzi; già collaboratore di Soavi e ospite, assieme all’autore del volume “L’oscuro visibile – l’orrore secondo Michele SoaviDavide Pulici, della rassegna.

ESPOSIZIONE TEMATICA

Durante la 2 giorni si terrò un’esposizione tematica dell’artista Davide “Dust” Finotti



guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments