Dolce attesa di Matteo Ferrari – La Domenica Horror

Nuovo racconto horror per la nostra rubrica settimanale. Scarica e leggi il racconto gratuito e inviaci il tuo




Dolce attesa di Matteo Ferrari - un racconto horror

“Dolce attesa” di Matteo Ferrari è il nuovo racconto breve dell’orrore per la rubrica La Domenica Horror. Sarà possibile leggerne un estratto qui sotto e, poi, scaricarlo gratuitamente in formato pdf.

Se vuoi pubblicare anche tu un racconto nella nostra speciale rubrica La Domenica Horror scrivici alla mail redazione@letteraturahorror.it proponendoci il tuo elaborato corredato da un’immagine. Oggetto della mail dovrà essere “La Domenica Horror”. Ogni domenica verrà pubblicata storia diversa!

DOLCE ATTESA DI MATTEO FERRARI

Accarezzando la graziosa rotondità del grembo che si intravedeva dalla vestaglia di seta bianca; Delia si guardò allo specchio della camera e sorrise alla sua immagine riflessa. I boccoli dorati che le incorniciavano il viso; il colorito roseo delle guance e la pelle distesa e luminosa le conferirono un senso di benessere mai provato prima.

Era radiosa, come non lo era da anni, e piena di speranza per il futuro: il suo sogno di diventare madre, che aveva rincorso fin quasi all’ossessione, si era finalmente avverato. Nonostante la sua realizzazione professionale e affettiva, aveva sempre convissuto con un senso di malessere così profondo che, a volte, sembrava una mano serrata intorno al suo collo.

Il dolore per l’agognata maternità aveva continuato a tormentarla, fino a quando si era rivolta a un santone che le aveva dato indicazioni su un rituale da effettuare insieme a suo marito durante il periodo fertile. Inizialmente scettica da ciò che avrebbe dovuto fare, si era ricreduta appena aveva fatto il test di gravidanza, scoprendo con stupore di essere rimasta incinta.

La sua mente tornò con esattezza a quel momento di pura gioia rimasto scolpito nel suo cuore, durante il quale aveva sentito che non ci sarebbe stato più niente di cui preoccuparsi: i momenti negativi e la sofferenza del passato erano solo un lontano ricordo. Poi ripensò ai mesi trascorsi con tranquillità nell’affetto di suo marito, alla creatura innocente che portava in grembo e alle innumerevoli trasformazioni che stava subendo il suo corpo di madre. SCARICA IL PDF DEL RACCONTO

 



guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments