Detention, recensione 3° e 4° episodio

Ogni sabato Netflix rilascia due episodi della serie tv horror taiwanese




Detention recensione 3 e 4

Detention, la nuova serie tv thrillerhorror di Netflix, recensione della 3^ e 4^ puntata Tu sei me, io sono te e Menzogna

La piattaforma di streaming Netflix ha rilasciato nella giornata di sabato 12 dicembre la terza e quarta puntata della nuova serie tv Detention.

La terza puntata si intitola Tu se me, io sono te, mentre la quarta è Menzogna. Come vedrete nella recensione sotto riportata, questa settimana ci ha lasciato con alterne emozioni nel proseguo della ghost story.

PRODUZIONE

Detention, lo ricordiamo, è una serie taiwanese ispirata all’omonimo videogame della Red Candle Games, che ha riscosso un enorme successo. Detention è una produzione Netflix prodotta da Shih-Ken Lin e Yi-Lin Lin. La serie tv ed è diretta da tre differenti registi I-Hsuan SuShiang-An Chuang e I-Ling Lin
Oggi recensiamo, quindi, brevemente le prime due puntate di questa serie, Demone e Chi sono? – ovviamente come sempre senza spoilerare – prefissandoci l’obiettivo di aggiornarvi ogni settimana con la recensione delle puntate rilasciate volta per volta.

TRAMA

Una ragazza giunge in una nuova cittadina insieme alla madre per incominciare una nuova vita e iscriversi alla prestigiosa Green Wood High School. Presto scoprirà che la scuola in cui è iscritta nasconde incredibili e indicibili segreti, così come tutta Taiwan. Segreti che affondano le loro radici nel ’47 (il famigerato Terrore Bianco, l’epoca più travagliata della storia del Paese asiatico). La nuova studentessa Yunxiang Liu si avventura per sbaglio nella zona vietata del campus dove incontra il fantasma di Ruixin Fang. Fang svelerà in seguito la storia segreta e traumatica degli ultimi 30 anni. Oltre alle vicissitudini di un gruppo di giovani studenti e insegnanti perseguitati mentre lottavano per la libertà nell’era della censura. Le loro storie continuano a visitare la scuola come incubi ossessionanti, per essere raccontate e rivelate.

DETENTION: RECENSIONE EPISODI 3 E 4

Dopo un ottimo avvio con le prime due puntate, Detention subisce una forte battuta d’arresto nel terzo episodio dal titolo Tu sei me, io sono te.

DETENTION: TU SEI ME IO SONO TE

La puntata in questione è molto- lenta ed è difficile seguire senza sbadigli e voglia di cambiare per passare a qualcosa di più interessante. Qui la storia horror subisce una brutta frenata. L’idea di sceneggiatori e registi è di presentare meglio i personaggi e tracciare un filo conduttore tra la storia delle due protagoniste. Il risultato, però, è un perdersi in una lungaggine che sa tanto di riempitivo, spiegando cose che possono essere spiegate in molto meno tempo. Peccato anche perché ancora una volta, questo lo dobbiamo riconoscere, viene presentata alla perfezione la vita e la cultura taiwanese, fortemente patriarcale e ligia a regole di condotta alquanto rigide.

DETENTION: MENZOGNA

La puntata numero 4, invece, si intitola Menzogna. Qui gli autori cercano di recuperare un po’ terreno tornando a tratti alla fase adrenalinica e orrorifica che avevamo avuto nelle prime due puntate. Fortunatamente, quindi, si torna al tema centrale della vicenda in un crescendo che lascia aperto l’interesse e la porta per la quinta e sesta puntata che saranno rilasciate da Netflix a partire da sabato 19 dicembre.
Come sempre non andiamo oltre per non spoilerare e lasciare a voi, e a chi è interessato, il gusto di scoprire e valutare insieme a noi una serie tv così complessa e fuori dai canoni classici.

 

Voto della redazione: 2.5/5

Voto utenti

Media voti 2 / 5. Voti totali: 2

Ancora nessun voto



guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments