Amelia Baldaro




Nasce a Napoli il 27 aprile 1952, seconda di quattro figli. Padre ex tenente dei Carabinieri e madre casalinga. Si trasferisce a Rapallo prima e a Genova definitivamente dal 1958. Frequenta il liceo classico e si laurea in lettere presso l’università di Genova.
Il 1° giugno 1983 entra come vigilatrice penitenziaria nella sezione femminile della Casa Circondariale di Marassi; con la riforma del 1990 passa in qualità di assistente nel Corpo di Polizia Penitenziaria. Resta a Marassi anche alla chiusura della sezione femminile, in servizio presso l’ufficio matricola.
Nel 2013 va in pensione con il grado di assistente capo.
Vince il primo premio al concorso di poesia Città di Pomigliano D’Arco, altri premi ai concorsi di Marina di Carrara e il premio “Maestrelli e Re Cecconi” a Roma. Pubblica con l’editore Gabrieli di Roma un volumetto di poesie, ed una sua poesia viene inserita nel volume “Briciole di senso”, antologia degli utenti del sito internet Club poeti e nell’antologia “La città dei poeti” edito da Liberodiscrivere. Un suo racconto viene inserito nel libro “Quella volta che..la Polizia Penitenziaria si racconta edito da Laurus Robuffo.Nel 2014 il suo racconto “Parco giochi” vince il concorso indetto dal sito Scheletri .com. Seconda classificata al concorso 99 parole indetto da Associazione Spazi all’Arte di Ostia con il racconto “Corsa verso la vita”



guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments